OCCHI E POSTURA

Gli occhi sono la nostra guida posturale, perchè la funzione visiva rappresenta uno dei principali sistemi di controllo dell’assetto posturale. Il sistema visivo svolge una funzione di stabilizzazione del sistema posturale e permette il normale sviluppo e posizionamento del corpo rispetto all’ambiente che ci circonda.
Il sistema oculomotorio è costituito da 6 muscoli per ciascun occhio e il suo compito è quello di:

-mantenere stabile l’asse visivo durante la fissazione
-rintracciare, inseguire e fissare gli oggetti nel campo visivo
-permettere l’esplorazione dell’ambiente
-consentire visione singola e stereoscopica

Disequilibri della funzione visiva, come una differenza di visus tra i due occhi, un difetto visivo non adeguatamente corretto, un occhiale non correttamente centrato, una ipoconvergenza ecc., possono modificare il tono dei muscoli gravitazionali o viziare un atteggiamento della testa nello spazio con tensioni muscolari che si ripercuotono attraverso le catene miofasciali nei diversi distretti corporei fino all’appoggio plantare. Si è visto, infatti, che la fascia di Tenone ( fascia che avvolge tutti i muscoli oculomotori) è in continuità con la fascia superficiale del volto, con i muscoli mimici e nello stesso tempo è connessa al sistema delle fasce profonde del capo, mettendo in comunicazione l’occhio e i suoi movimenti con i muscoli masticatori, soprattutto massetere e temporale.
Allo stesso tempo potremmo avere delle problematiche dell’occhio che provengono da alterazioni posturali: è possibile che un trauma articolare ad un piede o in altro punto del corpo possa “risalire” lungo le catene muscolari e, una volta arrivato ai muscoli del tratto cervicale della colonna vertebrale, può interessare anche i muscoli degli occhi.

ESEMPI PRATICI
Una persona che non è in grado di far convergere correttamente i due occhi, quando deve leggere o lavorare al computer stanca facilmente la vista, trovandosi costretta ad un costante tentativo di allontanare gli occhi dal monitor o dal libro: il collo tenderà in tal caso ad andare in inversione di curva. Le inversioni di curva portano facilmente a discopatia, protrusione, ernia del disco, cefalea (mal di testa)
Le posizioni non ergonomiche favoriscono adattamenti visuo posturali verso la disfunzione. Ad esempio quando gli occhi non sono equidistanti dal foglio di lettura o dalla punta della penna in caso di scrittura, uno dei due occhi sarà in convergenza e l’altro no, uno dei due sarà più vicino e dovrà richiamare una diversa messa a fuoco; da qui nascono varie spiegazioni che giustificano disturbi al collo, agli occhi, alle spalle, e via via a tutta la colonna.
Se osserviamo come si atteggia un miope quando si sforza di vedere qualcosa lontano, noteremo che tende a protendere il capo in avanti nel tentativo di raccorciare la distanza fra l’occhio e l’oggetto. Il risultato finale di questo atteggiamento, nel tempo, potrà indurre problematiche del tratto cervicale e lombare della colonna vertebrale.
Secondo l’orientamento posturologico, sono le piccole perturbazioni a provocare i maggiori adattamenti disfunzionali per il STP. Ad es. i deboli astigmatismi (sotto la diottria) non corretti o parzialmente compensati, spesso promuovono un compenso posturale della testa (PAC, ovvero Posizione Anomala del Capo) per orizzontalizzare la percezione visiva

ESAME VISUO POSTURALE
L’esame visuo-posturale ha lo scopo di fornire indicazioni sull’eventuale interessamento disfunzionale del sistema visivo e comprende l’utilizzo di una serie standardizzata di test. Questi vanno ad indagare la funzione visiva nelle sue due componenti (esterocettiva e propriocettiva) e permettono in pochi minuti di ottenere dati clinici sull’impatto della funzione visiva sul sistema posturale. Essi comprendono test per:

valutazione dell’acuità visiva
-convergenza oculare
-integrazione con il sistema posturale
-dominanza di fissazione e dominanza posturale

I test visuo-posturali sono il mezzo per poter comunicare in modo preciso, efficace e standardizzato, in modo da avere un linguaggio comune con tutti i professionisti che si occupano di posturologia ed eseguire così un vero lavoro d’equipe.

OCCHI E POSTURA
WhatsApp chat