FALSE CREDENZE E CONSIGLI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA

-Non è vero che il dolore indichi un aumento dei danni alla schiena.
-Non è vero che il dolore aumenta sempre con l’attività o il lavoro: a volte, evitandoli si soffre paradossalmente di più e si rischia di cronicizzare.
-Non è vero che il dolore debba scomparire del tutto prima di tentare di tornare al lavoro o alle normali attività.

-Non è opportuno avere un atteggiamento catastrofico e abbandonare le attività del vivere quotidiano.
-Non fidatevi solo dei farmaci: non risolvono il problema, leniscono soltanto il dolore.

-Non restate a casa e non smettete di fare le cose che vi piacciono: questo vale anche per lo sport e le attività del tempo libero.
-Non intristitevi nei giorni peggiori: il dolore normalmente ha un’intensità variabile.
-Cominciate gradualmente e fate qualcosa in più ogni giorno: vedrete i miglioramenti.
-Non date retta alle “storie dell’orrore” degli altri.

-Continuate a lavorare o riprendete appena possibile, chiedendo incarichi meno pesanti per qualche giorno: il mal di schiena non vi rende invalidi, richiede solo di limitarsi un po’; continuare a lavorare inoltre è una medicina infallibile per la nostra mente.

-Mantenetevi in forma: camminare, nuotare, andare in bici, fare ginnastica, ballare vi farà sentire meglio, vi gioverà psicologicamente, migliorerà la capacità di riparazione dei tessuti, aumenterà le endorfine (sostanze prodotte dal corpo che riducono il dolore).
-Siate pazienti: è normale per chi soffre di mal di schiena avere ogni tanto dei dolori o essere bloccati per un breve periodo di tempo.

FALSE CREDENZE E CONSIGLI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA
WhatsApp chat