DORSALGIA

La dorsalgia è tipicamente caratterizzata dalla presenza di un dolore dorsale, vale a dire un dolore localizzato in quella porzione della schiena compresa fra il collo e la zona lombare. Il dolore viene avvertito, in genere, sul tratto superiore della schiena (dorso), tra le due scapole, e può dipendere da muscoli, nervi, superfici articolari e altre strutture del rachide.
La dorsalgia è primariamente un problema posturale: il modo scorretto di star seduti, in piedi o fare il lavoro di casa o all’ufficio. La maggioranza delle vittime sono le persone che lavorano al computer, i parrucchieri, le segretarie e le casalinghe, e più comunemente le femmine dei maschi; infatti d’accordo anche con le statistiche, tali problemi occorrono quasi quattro volte di più nelle donne.
ATTENZIONE: In alcuni casi la dorsalgia e il dolore tra le scapole possono essere l’espressione di un problema clinico anche grave per cui, in via prioritaria, è necessario contattare il Medico di Medicina Generale. Questo è molto importante, soprattutto in caso di dorsalgia acuta, al fine di non incorrere in errori diagnostici gravi con tutte le conseguenze.
Da considerare, infatti, che La dorsalgia, in quanto dolore isolato a livello dorsale nell’adulto, spesso è causata da fratture post traumatiche o da cedimento osteoporotico o di altra origine.

Segni e sintomi (dove e quando)
Alcune volte il dolore è lancinante, come se qualcuno infilasse un chiodo nella colonna vertebrale. Altre volte, esso si diffonde e si sente una certa pesantezza sulla schiena. Alcuni pazienti lo descrivono come una sensazione di bruciore o tensione dolorosa, e qualche volta essi indicano un punto specifico della schiena, dove sentono più fastidio.
Altre volte il dolore dorsale è sordo, continuo, spesso non modificabile con la respirazione né con la posizione, quasi sempre puntiforme e localizzato circa a metà del dorso in posizione centrale fra le scapole.
Ha solitamente un’intensità bassa, cioè non è un dolore molto forte, ma è costante e può risultare molto fastidioso.
Al dolore può associarsi una sensazione di bruciore lungo il dorso come anche una rigidità muscolare diffusa su tutto il tratto dorsale.
-Dolore tra le scapole: è la forma tipica di dorsalgia. Il dolore è localizzato dietro alla schiena fra le scapole e si manifesta in maniera sorda e continuativa, senza possibilità di attenuazione e viene descritto come una sorta di pugnale conficcato fra le scapole.
-Dorsalgia con irradizione intercostale: in alcuni casi il dolore dorsale è associato al dolore intercostale, vale a dire un dolore trafittivo, a volte tipo scossa elettrica, che si manifesta generalmente su un lato della gabbia toracica.
-Dorsalgia associata a cervicale: a volte il dolore dorsale migra a livello cervicale o si associa al dolore cervicale; a volte possono manifestarsi, in concomitanza, vertigini o nausea.
-Dorsalgia associata a mal di schiena lombare: in alcuni casi può insorgere un dolore dorso lombare che tende a irrigidire in blocco la schiena e trasformarsi in un disagio importante.
– Dolore dorsale notturno: a volte la dorsalgia resta a livelli sopportabili durante il giorno ma ha la tendenza ad aumentare di intensità durante il riposo e specialmente nelle ore notturne. Questa tipologia di dolore dorsale è piuttosto invalidante, non solo per il dolore in sé quanto piuttosto per il fatto che ostacola il riposo notturno.
– Dolore respirando: il dolore dorsale può essere associato a difficoltà respiratorie, vale a dire che varia al variare della respirazione, generalmente aumenta con i respiri profondi e viceversa.
– Dolore dorsale associato a movimenti e posizioni: a volte la dorsalgia si manifesta durante lo svolgimento di un particolare movimento o mantenendo una determinata postura, spesso la postura seduta.

Rimedi
una volta escluse le patologie gravi, nella maggior parte dei casi la dorsalgia ha una base osteopatica per cui è correggibile con l’Osteopatia. Da un punto di vista osteopatico generalmente la dorsalgia è l’espressione di uno squilibrio dei sistemi profondi a cui si associano adattamenti locali della gabbia toracica, delle vertebre dorsali, dello sterno e degli altri elementi del torace.
In alcuni casi vanno identificati e corretti alcuni fattori specifici: posture scorrette prolungate, situazioni stressanti, respirazione, ecc.

DORSALGIA
WhatsApp chat